La guida definitiva per mangiare il gelato a Berlino!

Come riconoscere e dove mangiare il gelato buono a Berlino

 

di Arianna Manetti

“Gelato” è sempre stata una delle mie parole preferite e anche quella che ho imparato a dire in più lingue (Eis, ice cream, glace, glass, helado, lody…), quindi poter scrivere un articolo sulla mia passione per i miei amici di Berlino de Panza è proprio un onore.

Quando ero piccola il momento del gelato diventava sempre una festa che mi portava al “Gelatiere” del mio paese per gustare un cono con i miei gusti preferiti: yogurt di fragola, crema e nocciola. Da allora ne ho mangiate di coppette e di coni fino a sviluppare una specie di gelato-scanner, ovvero un occhio molto critico, che si è estremamente affinato da quando non vivo più in Italia. Confidare sulla bontà e freschezza del gelato non è più così tanto scontato. Ci sono alcune fondamentali regole da seguire per non rischiare di mangiare un gelato cattivo che è una di quelle delusioni ricorda il sapore amaro di un abbandono amoroso che mai si dimentica, almeno per me.

Regola numero 1: diffidate dal gelato che va in altezza e che si espande troppo oltre la vaschetta. Quello che forma delle montagne con spesso sopra degli ingredienti buttati là è spesso un trucco per attirare la gente inconsapevole, ma può essere sgamato molto facilmente. La regola dice: se esce troppo dalla vaschetta della teca, evitatelo.

Regola numero 2: osservate bene la teca, può rivelarvi tanti segreti sopra il vostro amico cremoso, per esempio sulla sua freschezza. Il gelato di ieri riutilizzato con i suoi bordi sciolti e ricongelati, oppure con tracce di ghiaccio in bocca si vede e si sente bene. Passate alla prossima gelateria.

Regola numero 3: la quantità dei gusti non deve essere esagerata. Anche se la varietà, specialmente a Berlino, è un must (Erdbeer-Basilikum, Sanddor-Ingwer oppure Limette-Gurke) rimane il fatto che “less is more” ma soprattutto less è sinonimo di freschezza perché non si può finire una vasca di Sanddor-Ingwer tutti i giorni, tranne il pistacchio, quello finisce sempre! E poi insomma, bisogna anche prendere una decisione nella vita…!

Nel frattempo, fino a quando il vostro gelato-scanner non sarà ben allenato, ho preparato una piccola classifica delle cinque gelaterie più buone di Berlino pensate appositamente per gli amici di Berlino de Panza.

  1. Kult Eis

    Gelato da Kult Eis
    Gelato da Kult Eis

Prenzlauer Berg, si sa, pullula di gelaterie e fra queste ce ne sono alcune molto sopravvalutate… ma di queste non vi parlerò. Nella Stahlheimer Strasse invece, davanti alla fermata Humannplatz, c’è una piccola gelateria che si chiama Kult Eis. E voi direte: chi?? Non è una gelateria pubblicizzata né conosciuta infatti, non ha nemmeno una pagina web. Essendo nascosta e sembrando una delle tante gelaterie “pacco”, Kult Eis si rivela invece di ottima qualità già al primo assaggio. La scelta è semplice e i gusti sono quelli classici, ma è questa semplicità che la rende particolare. Kult Eis si fa amare alla prima palettata e rientra di dovere nella lista dei top five, grazie alla consistenza cremosa dei gusti di frutta, per gli amanti del trend Berlinese, i gusti vegan. Se siete abituati a dover mandare giù ghiaccioli o sorbetti granitosi a causa di qualche intolleranza al lattosio, vi consiglio veramente di passare di qui. La prima volta che ci capitai per caso, non potevo credere che non ci fosse la panna! Chiaramente nella teca troverete tutti i gusti normalmente disponibili, io però, vi consiglio davvero di provare quelli alla frutta.

Stahlheimer Str. 25 – Prenzlauer Berg – S-Bahn Schönhauser Allee

  1. Giorgio Lombardi

Gelato da Giorgio Lombardi
Gelato da Giorgio Lombardi

Cambiamo completamente genere e passiamo all’Italia fancy style di Giorgio Lombardi a Mitte. Questa gelateria, già recensita da Berlino de Panza qui, colpisce al cuore perché il tuo sesto senso già sa che il prodotto sarà di ottima qualità. Sarà l’ambiente, le pareti con le gigantografie dei gusti, i secchielli coperti, l’hype di Mitte, i gelatieri italiani o il prezzo che – anche essendo un po’ altino (1,80€ a Kugel) – non fa assolutamente pentire sulla scelta della gelateria. Il palato si sente comunque pienamente soddisfatto. Le varietà che consiglio sono Bacio di Dama – che se non sai cosa sia ti prego assaggialo per favore, e pistacchio di veri pistacchi di Bronte, che quello è difficile da trovare che sia davvero buono.

http://www.giorgiolombardi.com/

Weinbergsweg, 5 – Mitte – U-Bahn Rosenthaler Platz

  1. Cuore di vetro

Gelato da Cuore di Vetro
Gelato da Cuore di Vetro

Saliamo verso le posizioni calde e troviamo Cuore di vetro, anche lui a Mitte. Per scoprirlo devi averne sentito parlare o essere andato al Naschmarkt del gelato alla Markhalle 9, altrimenti è quasi impossibile trovarlo. Si trova infatti nella Max-Beer-Str., una sconosciuta traversa della, per molti sconosciuta, Münzstraße. Questa gelateria italiana colpisce un po’ per il nome (?) e poi per la consistenza e cremosità del prodotto. Anche se può essere una questione di gusti, devo ammettere che amo particolarmente il gelato cremoso rispetto ai sorbetti (tipo Limette-Minze per intendersi) ma si sa, de gustibus… Il gelato di Cuore di vetro si scioglie in bocca, e anche sul cono, che credo sia ritenuto un buon segno di freschezza. Il gusto che mi ha colpito al cuore appunto, è sicuramente Caramello burroso e salato… gnam! Lo assaggi e vedi la Madonna in automatico praticamente. Ach, in tutti questi anni di berlinità, potevo anche averlo scoperto prima! Il che vale anche per tutte le gelaterie di questa lista.

http://www.cuoredivetro.berlin/

Max-Beer-Straße 33 – U-Bahn Weinmeisterstraße

  1. Anna Durkes

Gelato da Anna Durkes
Gelato da Anna Durkes

Purtroppo ho scoperto Anna Durkes solo qualche mese fa. Ho trovato per caso una pubblicità su Facebook, perché il vecchio Zuckerberg sa bene come personalizzare gli ads., e mi ha ispirato. Il locale è molto carino e pieno di dolcetti e caramelline che si potrebbero trovare in un bar in Italia. Il proprietario è sardo e mi spiega che il nome Anna Durkes è dedicato ai dolci (durkes) di sua moglie Anna. Il nome comunque mi sembra azzeccatissimo che tu sia sardo o no. Assaggio la nocciola e il pistacchio e le mie papille gustative si risvegliano dal letargo: il sapore, in particolare della nocciola è proprio “vero”! Stessa cosa vale per la consistenza e il sapore rotondo del pistacchio, anch’esso veramente eccezionale.

http://annadurkes.com/

Gräfestraße 80 U-Bahn Schönleinstr

  1. Early Birds

Gelato da Early Birds
Gelato da Early Birds

Eccoci arrivati al numero 1 indiscusso di Berlino (e oltre): Early Birds. Scoperta anche lei purtroppo da poco, anche perché ha festeggiato il suo primo compleanno questo mese, questa gelateria, che vanta anche un ottimo caffè, si trova a Prenzlauer Berg, nella Winsstr. Consigliata da degli amici non italiani, attirò comunque la mia attenzione perché comunque una chance se la meritano tutti i gelati candidati, no? Mi presento alla teca e mi emoziono già per l’assenza delle Kugel, le “sfere”, una delle forme geometriche che serve ai tedeschi per dare una forma a tutto, anche alla bontà. Da Early Birds ci sono coppette, coni e una scelta moderata di gusti, che è sinonimo, come abbiamo detto sopra, di freschezza. Piena di speranze prendo crema siciliana e panna cotta. In un momento vengono ripagati i miei interminabili anni di coni insoddisfacenti: finalmente è arrivato. Il gelato come deve essere.

http://earlybirds.berlin/

Winsstr. 68 Berlin U-Bahn Senefelder Platz

 

Questo post è stato scritto dalla panzarola ad honorem ed esperta gelatologa Arianna Manetti. Grazie Arianna!

Commenta su Facebook
Francesca Meloni
La panza di Francesca racconta... 10 Articoli
Pur mettendo al vertice della mia hit parade gastronomica i sapori di Sardegna, il mio cuore (o meglio la panza) batte forte anche per il Giappone, dai ramen al sashimi. Mangiare qualcosa di buono ha il potere di risollevare il mio umore nel giro di pochi morsi. A Berlino, oltre a provare tutte le cucine del mondo, mi diverto a fare la grammar-nazi leggendo i menù pseudoitaliani.

2 commenti su La guida definitiva per mangiare il gelato a Berlino!

  1. vienici atrovare…. siamo sulla schonhauser alleee 88
    ancora faccio il gelato con le ricette di famiglia da 4 generazioni.
    non per entrare in classifica ma per il piacere di conoscerti e farti assaggiare il mio gelato
    ciao susanna

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*