Mangiarte – Pasticceria italiana a Prenzlauer Berg

Pasticceria Mangiarte esterno
© Mangiarte

Ogni tanto sento proprio la mancanza delle cose buone della cucina italiana. Non è un grande problema a Berlino, perché comunque è possibile trovare molti dei prodotti che solitamente si trovano nei supermercati italiani. La tragedia comincia quando comincio a cercare cose praticamente introvabili (non so perché, ma a volte mangiare bene diventa quasi un’impresa epica!). Fino a poco tempo fa anche i pasticcini e i cannoli alla crema rientravano in questa categoria.

Per caso o per fortuna, un’anima pia qualche tempo fa mi ha suggerito un posticino a Prenzlauer Berg che fa bignè, cannoli, babà e ogni ben di dio che una normale pasticceria italiana è in grado di offrire. Questo posto favoloso si chiama Mangiarte ed è gestito da Ivan, l’artifice di tutte quelle meraviglie, e Berardo che accoglie i clienti con tanta simpatia. I due ragazzi pugliesi si sono conosciuti qui a Berlino e nel 2015 hanno aperto Mangiarte, un locale raccolto ma molto luminoso, dove l’accoglienza tipica italiana si incontra con l’arte pasticcera.

Pasticceria Mangiarte - dolci
© Mangiarte

Non so per quale motivo, ma ho sempre rimandato la mia visita a Mangiarte. Poi, durante l’ultima settimana di Avvento mi sono ritrovata a vagare per il mercatino di Natale della Kulturbrauerei a Prenzlauer Berg e improvvisamente mi è tornata la memoria.

Pasticceria Mangiarte - salati
© Mangiarte

Si comincia con caffè e un bicchiere d’acqua aromatizzata al basilico – particolare ma molto rinfrescante. Tutto questo in attesa delle ordinazioni! Dopo poco tempo arriva il panzerotto ripieno di pomodoro, mozzarella e salame (salame vero). Impasto molto buono, forse anche perché fritto? Ad ogni modo si prosegue con altri rustici tutti favolosi. La mia amica Giulia prende una sorta di torta salata vegetariana. Oltre ad essere assolutamente fantastica, la sorpresa arriva guardando delle cose color carne all’interno della torta. Che sia davvero carne? La proviamo e il sapore sembra suggerire sia qualcos’altro, ma non capiamo cosa sia e quindi chiediamo. Con nostra grande sorpresa Berardo ci dice che si tratta di …. rapa rossa! Incredibile, anche perché la rapa rossa ha un sapore particolare che non piace esattamente a chiunque, eppure in questo caso scommetto che anche la persona più restia avrebbe mangiato quella torta.

Ma veniamo al piatto forte, la cosa più buona di tutto quello che abbiamo provato da Mangiarte: la focaccia pugliese. Con il pomodoro sopra oppure farcita, in qualsiasi modo la mangiate, sappiate che si tratta di un’esperienza che risveglierà tutte le vostre papille gustative assopite da mesi o forse anni di cucina teutonica. Quel pomeriggio siamo apparentemente fortunati e Berardo ci propone di mettere sopra la focaccia un po’ di cime di rapa che stava gelosamente conservando in cucina.

Ovviamente l’esperienza non poteva chiudersi senza dessert, e quindi abbiamo ordinato un babà e una torta con due tipi differenti di crema. Anche in questo caso tutto squisito, anche se all’unanimità abbiamo eletto la focaccia come “specialità assoluta della casa”.

Dove si trova:


Eberswalder Straße (U2)

Eberswalder Straße (12-M10-M1)

Orari di apertura

Mar-Dom: 10:00-19:00

Sito internet: http://mangiarte.de/

Facebook: https://www.facebook.com/pasticceriamangiarte/

Commenta su Facebook
Elena Pandolfi
La panza di Elena racconta... 13 Articoli
Vengo da una famiglia in cui la pasta fresca fatta a mano è più la regola che l’eccezione, dove una volta a settimana si accendeva il grande forno in pietra per cuocere il pane e i dolci per i giorni seguenti, dov’era possibile fare pochi passi per mangiare frutta e verdura freschissima. Tutto questo ha generato in me l’amore per la buona tavola e il cibo genuino, ma non solo. Piatti esotici, insetti fritti o saltati in padella? Nessun problema: tutto quello che non uccide, ingrassa.

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Giomecca, l’arte della pasticceria italiana, da Torino a Berlino - Berlino de Panza

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*