Olio Sale Pepe, vera pizza italiana – e non solo

Vera pizza da Olio Sale Pepe
Vera pizza da Olio Sale Pepe

 

Da quando abito a Berlino – poco meno di 4 anni – avrò letto almeno una decina di articoli con la lista delle migliori pizze, o meglio delle pizze degne di questo nome, che si possono trovare nella capitale tedesca. Se non fate parte di quella schiera di intransigenti che “mogli e pizze dei paesi propri”, conoscerete già i nomi che si fanno in questi casi: Standard, Masaniello, Mami Camilla e così via.

Un nome ancora non tanto noto, ma da appuntarsi subito nella categoria “da provare” è quello di Olio Sale Pepe, piccola pizzeria/trattoria poco distante dalla fermata della U-Bahn Kleistpark. Ho mangiato qui due volte, la prima con amici e colleghi, la seconda in coppia in occasione dell’Eatalian Food Week – cena che ho vinto con un colpo di fortuna 😉 e che mi ha dato modo di assaporare non solo la pizza, ma anche antipasto, primo e dolce.

Con la cucina italiana non si scherza...
Con la cucina italiana non si scherza…

Partiamo dalla star, la pizza! Entrambe le volte ho preso la bufalina, semplicemente perché è la mia preferita. L’impasto è quello alla napoletana: cornicione soffice, impasto leggero, ingredienti di ottima qualità. Olio Sale Pepe offre inoltre una variante con carbone vegetale attivo, che dà la colorazione nera alla pizza. Non spaventatevi, perché il sapore non cambia affatto, anzi, è più morbida e dovrebbe essere anche più digeribile. Dico dovrebbe perché, non essendomi limitata alla pizza, dopo la cena ero pronta a rotolare per Berlino Ovest.

Nota bene: come vi dirà Luigi, uno dei ragazzi del locale, il consumo è da evitare ai bimbi, alle donne incinte e a chi prende medicinali (sotto certe condizioni), per via degli effetti del carbone.

Bufalina bianca
Bufalina bianca
Bufalina nera
Bufalina nera (© Olio Sale Pepe)

E il resto? A colpirmi sono stati soprattutto i ravioli rossi fuoco (la pasta è colorata con la barbabietola) ripieni di carne di cervo e mela. Un piatto originale, interessante e inaspettatamente buonissimo. Però anche la mozzarella affumicata meritava, così come i pomodori che la accompagnavano, provenienti dalla Ciociaria – pazienza per il chilometro zero, perché avevano il gusto del pomodoro autentico!

Tortino al cioccolato e limoncello... hic!
Tortino al cioccolato e limoncello… hic!

La cena si è poi conclusa in bellezza col tiramisù – ma ci sono anche tortino al cioccolato e panna cotta – e con la crema di limoncello fatta in casa dal tasso alcolico potente. Sono sicura che tornerò da Olio Sale Pepe, non solo per il cibo, ma per l’accoglienza familiare che fa sentire subito a casa.

 

Dove si trova:

 

sel_prod_u  Kleistpark (U7)

sel_prod_bus  M48, M85, 167

Orari di apertura

Lun.-Dom.: 11:30- 00:00

Sito internet: http://www.oliosalepepe.de/

Facebook: https://www.facebook.com/Olio-Sale-Pepe-361855760636694/

 

Commenta su Facebook
Francesca Meloni
La panza di Francesca racconta... 10 Articoli
Pur mettendo al vertice della mia hit parade gastronomica i sapori di Sardegna, il mio cuore (o meglio la panza) batte forte anche per il Giappone, dai ramen al sashimi. Mangiare qualcosa di buono ha il potere di risollevare il mio umore nel giro di pochi morsi. A Berlino, oltre a provare tutte le cucine del mondo, mi diverto a fare la grammar-nazi leggendo i menù pseudoitaliani.

Lascia per primo un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*