Cocolo Ramen, comfort food per l’inverno

Tonkotsu, piatto top di Cocolo Ramen
Copyright Kuchi Berlin

 

Mentre le italiche genti che affollano la Penisola si godono ancora i tepori autunnali, chi vive a Berlino sa bene che il maglione di lana è un inquilino che non teme lo sfratto dagli scaffali dell’armadio neppure a luglio. Per questo un cibo come la zuppa, bistrattato nella nostra madrepatria quale alimento buono per anziani e ammalati, qui in Germania gode di grandissima popolarità, con o senza aggiunta di wurst.

Le zuppe di Cocolo però militano in tutt’altra categoria rispetto alle Suppe dei bistrò teutonici: Cocolo infatti è specializzato nella preparazione dei ramen, le tipiche tagliatelle in brodo alla giapponese, e il suo menù concede poche deviazioni a questa linea rossa gastronomica. Oltre alla varietà di condimenti – carne, pesce, verdure, alghe, mais e così via – è la sapidità del brodo a fare la parte del leone in questo piatto, tanto che il pericolo di schizzare irreparabilmente se stessi e i vicini è ai massimi livelli. Attenzione, quindi, agli entusiasmi nel risucchio.

Ramen kawaii e sorridenti
Ecco, con gli ingredienti che sorridono mangiarlo è difficile – Copyright tamachan.moe

La selezione dei ramen in menù – circa 6, se ben ricordo – segue il tipo di ingrediente usato per dare il sapore al brodo, ad esempio miso, shio (sale marino) e shoyu (salsa di soia). I prezzi variano dagli 8 ai 10 euro. Dopo averli provati tutti, il mio consiglio per i fan della carnazza è di concedere una chance al più costoso, il Tonkotsu: pancetta e carne di maiale con verdure accompagnano gli spaghettini dentro un brodo decisamente saporito. Ottimi anche lo Shoyu e il Miso – quest’ultimo ha un brodo molto denso, del tutto diverso dalle solite zuppe di miso anemiche servite nei ristoranti viet-giap.

Quando fa freddo, per me non c’è niente di meglio che appannare gli occhiali con il vapore di una fumante ciotola di ramen! Non ho ancora trovato a Berlino (e altrove, a dire la verità) un ristorante che li cucini meglio di Cocolo Ramen, anzi, meglio di Cocolo Ramen a Mitte.

Cocolo infatti ha due ristoranti a Berlino, uno a Mitte e uno a Kreuzberg. Nonostante il secondo sia più grande, il primo ha un’atmosfera caratteristica da bettola giapponese (nel senso buono) che l’ha reso uno dei miei posti del cuore. Se poi beccate il giorno in cui mettono le sigle dei cartoni animati in lingua originale come sottofondo, è fatta. Anche il sapore l’ho spesso trovato migliore nei piatti di Cocolo a Mitte – il menù è più o meno lo stesso.

Cocolo Ramen Mitte
Il bancone di Cocolo Ramen a Mitte – Copyright Kuchi Berlin

A chi si stesse chiedendo “ramen chi? Se magnano?”, consiglio il film “Ramen Girl” del 2008: c’è persino una breve scena girata al Museo dei Ramen di Shin-Yokohama in Giappone. Buoni spaghetti col risucchio a tutti! 🙂

Dove si trova:

 

 Rosenthaler Platz / Weinmeisterstraße (U8)

 Rosenthaler Platz (M1-M8)

Aperto Lun-Dom: 10:00-24:00

Sito internet: http://kuchi.de/restaurant/cocolo-ramen/

Facebook: Cocolo Ramen X Berg

Commenta su Facebook
Francesca Meloni
La panza di Francesca racconta... 10 Articoli
Pur mettendo al vertice della mia hit parade gastronomica i sapori di Sardegna, il mio cuore (o meglio la panza) batte forte anche per il Giappone, dai ramen al sashimi. Mangiare qualcosa di buono ha il potere di risollevare il mio umore nel giro di pochi morsi. A Berlino, oltre a provare tutte le cucine del mondo, mi diverto a fare la grammar-nazi leggendo i menù pseudoitaliani.

2 Trackbacks & Pingbacks

  1. Madame Ngo, l'Indocina è vicina - Berlino de Panza
  2. Kasbah, quando a Berlino finisci dal marocchino per caso - e ci rimarresti - Berlino de Panza

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*